Blog

Un caso concreto di ottimizzazione dei processi produttivi: Ampacet

14 aprile 2022 / da Sinfo One

Negli ultimi anni il settore manifatturiero sta incontrando un mercato sempre più competitivo, anche a causa dei tempi, decisionali e operativi, sempre più rapidi che sono richiesti. Uno scenario che richiede una revisione non solo dei processi produttivi, ma spesso anche delle modalità di management e in generale della gestione aziendale.

Non stupisce che, già nel corso del 2020, i CEO delle aziende identificassero fra le criticità principali, per esempio, la necessità di rendere l’azienda più agile, ridurre i costi operativi e migliorare la continuità della supply chain.

implementationFonte: Statista

 

Queste necessità, unite a quella prioritaria di favorire il lavoro da remoto, trovano un fondamento comune: la necessità di avviare o accelerare il processo di transizione digitale per acquisire la capacità di rispondere al mercato.

È il caso di Ampacet, azienda leader in soluzioni Masterbatches la quale, supportata da Sinfo One, ha recentemente realizzato il proprio percorso di trasformazione digitale.


L’ottimizzazione dei processi produttivi in Ampacet

Grazie all’adozione di un nuovo ERP e alla revisione dei processi produttivi, Ampacet ha potuto trarre vantaggio dalle migliori buone pratiche digitali, dalla eliminazione dei documenti cartacei, sino alla più complessa gestione da remoto delle linee produttive. Il tutto avvicinandosi agli obiettivi che, oltre ad essere promossi dai piani nazionali di Transizione Digitale, sono necessari per conservare competitività nel mercato di oggi.

Per Ampacet, la digitalizzazione è il miglior alleato per abilitare e supportare propria necessaria business transformation. La pandemia ha infatti fatto emergere nuovi bisogni e ha aperto a nuovi mercati, come quello medicale. Fino ad ora, la creazione della filiera produttiva per un nuovo prodotto ha sempre richiesto considerevoli sforzi, sia dal punto di vista delle operations, sia dal punto di vista dello sforzo tecnologico. Grazie all’agilità conquistata attraverso la digitalizzazione è possibile, per Ampacet, adattarsi alla nuova domanda in modo sempre più agile ed efficiente.

Le soluzioni proposte da Sinfo One mirano proprio a rendere più efficaci ed efficienti i flussi di ingresso e di uscita. Al centro di questa razionalizzazione troviamo l’ERP, che permette di raccogliere, gestire e orchestrare le informazioni relative ai diversi processi aziendali, dall’acquisto fino alla vendita, passando per la fase di produzione.


Al centro del progetto l’ERP JD Edwards di Oracle

Sinfo One ha supportato Ampacet nel processo di trasformazione, attraverso un ERP di nuova generazione, vera core solution per Ampacet.

In passato la compagnia aveva optato per soluzioni complesse, rese ancora più articolate da un sistema di personalizzazioni. Oggi, invece, l’obiettivo è scegliere una soluzione snella e avviare un processo di adeguamento alle best practices. Sinfo One ha supportato l’azienda in questo nuovo approccio: considerare la scelta dell’ERP anche un’opportunità per rivedere e ottimizzare processi e procedure. Non solo cambiamento tecnologico, dunque, anche un importante cambio di direzione imprenditoriale.

Sinfo One ha proposto la soluzione JD Edwards di Oracle che supporta una completa unificazione delle informazioni. Grazie a questa, è possibile ottenere una visione dinsieme sull’andamento economico, logistico e progettuale dell’azienda, anche su diverse filiali. Ampacet, per esempio, oltre alla sede principale di New York, opera con tre headquarter in Lussemburgo, Argentina e Tailandia.

La nuova soluzione permette ad Ampacet di adattarsi agli obiettivi aziendali, anche a breve e medio termine. Oggi l’azienda è concentrata sugli aspetti produttivi e la gestione della supply chain, vista la richiesta del mercato di nuovi prodotti. In questo contesto, la flessibilità garantita da JD Edwards attraverso l’implementazione di Sinfo One consente di adattarsi alle nuove richieste con successo.


RPA: la soluzione intelligente per l’automatizzazione

Oltre ai già citati vantaggi in termini di efficienza e agilità, un altro innegabile vantaggio del digitale risiede senza dubbio nella facilità e velocità di comunicazione e interscambio di informazioni, in particolare tra team diffusi.

Ampacet ha scelto di estendere questi vantaggi anche all’automazione della catena produttiva, investendo in particolare nella RPA (Robotic Process Automation) per automatizzare differenti task e trarre vantaggio dallo scambio di informazioni con clienti e vendor.

In questo contesto, l’ERP permette il dialogo fra lo shop floor e i livelli più alti della struttura, anche decisionale e garantisce la possibilità di integrazione, anche automatizzata, con i principali player del mercato, rispondendo alla domanda in modo sempre più agile e veloce e migliorando la propria competitività sul mercato.


New call-to-action

Tags: Efficienza produttiva